Allenatore arrestato per abusi sessuali su giovani calciatori si suicida

Antonio Marci, 63 anni, allenatore di una squadra di calcio giovanile, il 12 gennaio 2017 si è tolto la vita nel carcere di Alessandria, dopo essere stato arrestato per pedofilia, pedopornografia e atti sessuali su minori.

L’indagine era partita qualche mese fa, grazie alla testimonianza di una sua vittima che, per caso, lo aveva riconosciuto 29 anni dopo, in un bar.

Gli abusi andavano avanti da trent’anni.

Da questo riconoscimento è partita l’indagine, che è terminata quando i carabinieri lo hanno sorpreso nella sua abitazione con un 14 enne.

carcere

(Fonte foto: Corriere Quotidiano)

Nel suo appartamento sono state trovate centinaia di videocassette con i filmati dei rapporti sessuali avuti con i piccoli calciatori delle squadre che negli anni ha allenato.

Il suo avvocato difensore, Massimo Taggiasco, ha detto:

L’altro giorno, al termine dell’interrogatorio di garanzia, mi aveva promesso che quando ci saremmo rivisti mi avrebbe spiegato. Avevo chiesto i domiciliari perché ritenevo il carcere non adeguato a tutelare la sua incolumità

L’avvocato fa poi riferimento al passato difficile dell’uomo, durante il quale sarebbe stato a sua volta vittima di violenza sessuale: l’avvocato precisa quindi che non giustifica ciò che ha fatto, però lo spiega.

Dopo essere stato portato in carcere ad Alessandria, secondo quanto riportano le testate locali, Antonio Marci si è suicidato, infilando la testa in un sacchetto di plastica.

carcere Alessandria

Il carcere di Alessandria (Fonte foto: Obiettivo news)

La procura di Alessandria ha aperto un’inchiesta per “ricostruire la dinamica della morte e capire cosa possa essere accaduto in cella”.

In particolare, la procura vorrebbe accertare se l’uomo fosse stato adeguatamente sorvegliato o lasciato in balia degli altri detenuti.

Secondo l’avvocato, infatti, Antonio Marci non è stato adeguatamente sorvegliato, dal momento che si è tolto la vita tra le 20.00 e le 21.00 e non nel cuore della notte.

Inoltre, si vorrebbe fare chiarezza anche sulla provenienza del sacchetto di plastica utilizzato da Marci per suicidarsi.

Sofia Lo Cicero,

Carlotta Taiana,

Chiara Rusconi,

III C

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

One Response to Allenatore arrestato per abusi sessuali su giovani calciatori si suicida

  1. Pingback: Giorno della memoria 2017: la recensione del libro Stelle di cannella | Giornalismo a Scuola

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

19 + 20 =