Giornalismo a scuola: cosa dicono sul progetto le prof di italiano di III C e III D

Si è concluso lo scorso 11 aprile il primo laboratorio di “Giornalismo a scuola” con le classi III D e III C della scuola secondaria di primo grado “G. Bosco” di Fenegrò (CO).

Insieme ai ragazzi ho affrontato diverse tipologie di articoli e diversi argomenti: la cronaca, la recensione, l’articolo d’opinione, il corsivo giornalistico, l’intervista, la biografia, ecc. Abbiamo parlato di bullismo, di ambiente, di accoglienza, di crescita, di sogni e di tanto altro.

Il laboratorio di giornalismo digitale si è rivelato un’opportunità per acquistare fiducia nelle proprie capacità di espressione, migliorando l’integrazione e il senso di appartenenza di ciascuno al gruppo.

Completare il percorso iniziato a novembre, non è stato facile: ciascun ragazzo ha avuto bisogno di sentirsi ascoltato e rispettato. Con alcuni ci sono riuscita, con altri meno, con qualcuno affatto.

Molti si sono sentiti protagonisti del loro lavoro; io ho semplicemente assunto il ruolo di mediatrice, di dispensatrice di creatività, fornendo ai ragazzi un prestito di conoscenza, dando spazio alla possibilità di riprogettare durante il lavoro le regole di conduzione e i contenuti.

Le diverse situazioni di lavoro che si sono create durante l’esperienza di laboratorio, soprattutto nei momenti di discussione, di selezione dei materiali e di contrattazione delle strategie operative, hanno determinato un approccio all’apprendimento  attivo, consapevole e partecipato da parte dei ragazzi.

Sono molto orgogliosa del lavoro che hanno svolto, e mi auguro che lo siano anche loro.

Mariangela Campo

presentazione direttoreLa riflessione della professoressa Raffaella Manzolillo, III C

Il progetto, realizzato dalla giornalista Mariangela Campo, che ha coinvolto la classe III C, si è svolto nel periodo compreso tra il 3 dicembre 2016 e il 18 marzo 2017, con cadenza settimanale.

Le lezioni, tenute al sabato, hanno avuto la durata di due ore ciascuna. Le prime due lezioni, più teoriche, si sono svolte in classe e sono servite come preparazione al lavoro vero e proprio.

In queste ore, la sig.ra Campo ha dato agli alunni alcune nozioni su come sia fatto un giornale e sul funzionamento di una redazione. Ha poi mostrato loro il blog sul quale sarebbero stati pubblicati i loro articoli, e come utilizzarlo.

Le altre ore del progetto si sono svolte nell’aula informatica, dove i ragazzi hanno potuto utilizzare i computer per ricercare informazioni e scrivere i propri articoli.

Ogni lezione ha avuto inizio con una spiegazione, da parte della giornalista, sul lavoro da svolgere: tutti gli alunni ricevevano del materiale con le indicazioni su come lavorare. Gli argomenti trattati sono stati diversi: dal testo argomentativo alla recensione, dall’articolo di cronaca all’intervista.

Il progetto è stato accolto con interesse e partecipazione dai ragazzi che hanno, di volta in volta, prodotto dei buoni articoli, poi pubblicati sul sito.

Alcuni di loro terminavano i lavori a casa oppure inviavano spontaneamente alla sig.ra Campo ciò che scrivevano.

Il progetto si è rivelato molto utile perché, oltre a essere coinvolgente per i ragazzi, ha ripreso alcuni argomenti del programma di italiano consentendo agli studenti di esercitarsi su di essi, e a consolidare le proprie conoscenze.

Prof.ssa Raffaella Manzolillo

Fonte foto ICSPovegliano.gov.it

Fonte foto ICSPovegliano.gov.it

Il progetto “Giornalismo a scuola” secondo la prof.ssa Daniela Ricci, III D

Era giugno 2016 quando mi sono ritrovata a leggere di un progetto di giornalismo sul web destinato anche a studenti di scuola secondaria di primo grado.

Poiché da diversi anni cerco di spingere i ragazzi a leggere i giornali portando in classe i quotidiani, il progetto di Mariangela Campo mi ha incuriosita. Pochi mesi più tardi ne parlavo ai miei alunni di terza media che lo accoglievano con grande entusiasmo.

Mariangela ha fin da subito catturato la loro attenzione introducendoli al concetto di intermedialità e al giornalismo digitale.

Già nel secondo incontro in aula informatica i ragazzi sperimentavano l’immediatezza, la chiarezza e l’efficacia del linguaggio giornalistico.

La classe è stata suddivisa in gruppi e ad ognuno di essi è stato assegnato un argomento. Ho visto subito davanti a me un gruppo di studenti motivati e stimolati ad apprendere con autentico interesse.

Su indicazioni di Mariangela hanno fatto ricerche, letto e riscritto diversi articoli di attualità, moda e sport. Si sono anche cimentati con la recensione di un libro che aveva precedentemente catturato il loro interesse.

Hanno avuto modo di avvicinarsi in modo consapevole al testo argomentativo, di pari passo affrontato durante le lezioni di Italiano.

Altra esperienza molto positiva è stata quella di formulare un’intervista al Sindaco del loro paese che hanno incontrato il 7 marzo 2017.

Insomma, cos’altro aggiungere? In quanto docente di Lettere ho trovato l’esperienza estremamente ricca e significativa sia sotto il profilo motivazionale sia riguardo all’apprendimento di tecniche di scrittura sia come spunto di sviluppo del senso critico.

L’ins. di Lettere

Daniela Ricci

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

15 + 20 =