Giornalismoascuola.it: parte il progetto di giornalismo digitale nelle scuole

Giornalismo a ScuolaLa piattaforma www.giornalismoascuola.it nasce da un’idea della giornalista/pubblicista Mariangela Campo, grazie alla collaborazione con la testata generalista online www.wakeupnews.eu – legalmente registrata al Tribunale di Milano (n.411 7/07/2010) –, nelle persone di Francesco Guarino e Gianpiero Padalino.

Il progetto di Giornalismoascuola.it nasce con lo scopo di fornire, a preadolescenti e adolescenti, gli strumenti necessari per creare un blog, stimolando la loro naturale curiosità per la tecnologia, il loro spirito di osservazione e, soprattutto, la loro capacità critica.

Infatti, saranno proprio i ragazzi gli attori coinvolti in prima persona nella produzione degli articoli per il blog Giornalismoascuola.it.

Il progetto Giornalismoascuola.it ha come obiettivo principale quello di prevenire l’uso distorto dell’informazione, rendendo i ragazzi consapevoli del concetto di “notizia” e di come si faccia a distinguere una notizia falsa – la cosiddetta bufala – da una notizia verificata: concetto fondamentale in un’epoca di sovraccarico dell’informazione.

Impareranno le differenze tra il giornalismo cartaceo e quello digitale: cosa significa scrivere per il web; l’importanza di essere visibili sui motori di ricerca – le tecniche Seo -; l’importanza delle immagini e dei video.

Legato strettamente a quest’ultimo tema sarà quello relativo alla privacy e alla pubblicazione di materiale personale sui social network.

Il laboratorio che porterà alla produzione degli articoli per il blog si svolgerà in classe: i ragazzi, dopo un primo momento di discussione e di riflessione su che cosa sia Internet e su come funzioni, saranno suddivisi proprio come all’interno di una vera redazione, secondo le loro predisposizioni individuali: si individueranno il direttore e il vicedirettore, i caporedattori, i redattori e i correttori di bozze.

Si lavorerà per gruppi di interesse tematico.

Per la ricerca del materiale non si utilizzerà soltanto Internet, ma anche gli ambienti tradizionali come la biblioteca civica e la “piazza”, dove si potrà intervistare la gente del luogo.

Gli obiettivi educativi che il progetto si prefissa sono: la conoscenza e la comprensione di particolari fenomeni della società contemporanea; stimolare nei ragazzi la capacità di produzione consapevole e intenzionale di messaggi diretti verso un pubblico esterno alla classe e alla famiglia; collaborare per uno scopo unico: il valore del “gioco di squadra”; la conquista dell’autonomia di giudizio e della capacità critica.

Invece, gli obiettivi didattici sono: consolidare e ampliare le abilità di base della lingua, potenziando la capacità di parlare a un pubblico; arricchire il lessico anche con i linguaggi settoriali, sia nella madrelingua italiana, sia in una lingua straniera – l’inglese delle tecnologie digitali -; acquisire le tecniche di utilizzo delle tecnologie per l’informazione e la comunicazione; partecipare attivamente alle attività portando il proprio contributo personale attraverso la ricerca, l’organizzazione e l’utilizzazione di informazioni provenienti da fonti diverse; risolvere i problemi che si incontreranno durante il lavoro proponendo soluzioni e rispettando il punto di vista di ciascuno.

Ancora, quello che preadolescenti e adolescenti impareranno è che un giornale, sia esso cartaceo o online, è un prodotto ideato e creato dalle persone per le altre persone; per questo il giornalista ricerca e scrive le notizie avendo ben presente un “lettore ideale” che, nell’immaginazione del nostro, andrà in rete – o in edicola – per cercare proprio quella notizia e, quindi, leggerà il suo articolo.

Senza il lettore, senza il suo clic in rete, il giornalismo smette di essere possibile

 

«Chi di voi vorrà fare il giornalista, si ricordi di scegliere il proprio padrone: il lettore»

Indro Montanelli, Lezione di giornalismo all’Università di Torino, 1997

 

Per informazioni sul progetto:

mariangelacampo@gmail.com

redazione@giornalismoascuola.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS