Mark McMorris e la sfortunata avventura pre-Olimpiadi, il racconto di II°A

mark mcmorris olimpiadi 2018

McMorris e la tragedia pre-Olimpiadi

 

Mark McMorris è uno snowboarder che ha esordito nella coppa del mondo del 2013. Ha già partecipato, vincendo il bronzo, alle olimpiadi di Sochi 2014.
Nel Marzo 2017 all’età di 24 anni, durante un allenamento ha un brutto incidente e si schianta contro un albero; il bollettino medico non è stato dei migliori… 17 fratture e la milza rotta. Anche se le sue condizioni non erano delle migliori, dopo una lunga fisioterapia ce l’ha fatta poi con bronzo nello slopestyle.

La vita prima della caduta

McMorris è nato nel 1993 a Regina in Canada. Cresciuto sulle pianure del Saskatchewani, è oggi uno degli atleti più decorati dello snowboard.
Già a 18 anni è diventato uno dei pochi a vincere due ori negli X Games Invernali e ora conta già 14 medaglie in questa competizione; nel 2014 al debutto alle olimpiadi russe di Sochi ha già conquistato il suo primo bronzo olimpico. Ha poi conquistato diverse medaglie in diverse competizioni nel mondo.
E’ conosciuto come un ragazzo rilassato, coraggioso e che non si lascia scoraggiare dalle avversità.

La grave caduta

Mark McMorris, durante uno dei suoi allenamenti, perde il controllo del suo snowboard andando a sbattere contro un albero. E’ stato ricoverato con 17 fratture tra cui braccio sinistro, mascella, bacino e molte costole. Dopo 10 giorni intubato all’ospedale e sei mesi di riabilitazione è tornato in forma.
Pur sembrando incredibile quest’anno è riuscito a partecipare alle olimpiadi di Pyeongchang 2018, salendo sul podio, seppur sul gradino più basso.

L’ avventura di Mark McMorris per noi

Secondo la nostra opinione le sue vicende sono molto curiose. Pur essendo dispiaciuti per il suo orrendo incidente contro un albero, rappresenta per noi un valido esempio. Infatti pur avendo subito un tragico contrattempo è riuscito, con perseveranza e grande forza di volontà, a rialzarsi e raggiungere il suo obiettivo in tempo.

E’ quindi un esempio che andrebbe sempre seguito per vivere la vita con grande entusiasmo.

“Sono sul podio e probabilmente non sarei dovuto essere qui”. Sono state le parole dell’atleta dopo essere salito la seconda volta sul podio. Secondo la nostra opinione con queste parole lo snowboarder dimostra che, pur sperando di partecipare alle Olimpiadi, non ne era del tutto sicuro.

 

Giorgia Volontè,

Sofia Pagani,

Gaia Monti,

Gabriele Tettamanzi,

Lorenzo Pagani

2^ A

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

two × 4 =