Presentazione direttore e vicedirettore della redazione di III C

Il 10 dicembre 2016 si è svolta la seconda lezione di Giornalismoascuola.it nella classe III C.

Durante la lezione, il direttore e il vicedirettore della classe si sono presentati alla redazione.

Di seguito, i loro pezzi.

presentazione direttoreSono Sofia Lo Cicero, il direttore di redazione della classe III C, della scuola secondaria di primo grado San Giovanni Bosco di Fenegrò.

Ho tredici anni e vivo a Lurago Marinone, un piccolo paese in provincia di Como.

Amo moltissimo la ginnastica ritmica e la pratico a livello agonistico da circa due anni.

É per me un grande onore essere stata eletta direttore della redazione; per questo devo sicuramente ringraziare tutti i miei compagni che hanno riposto in me la loro fiducia.

Spero che questo progetto, ideato dalla giornalista/pubblicista Mariangela Campo, possa suscitare interesse da parte dei lettori.

Dal mio punto di vista la redazione dovrebbe essere organizzata così: la classe si divide in coppie – o in gruppi ristretti nel caso in cui l’argomento fosse comune tra i quattro alunni -, ciascuna delle quali tratterà un argomento, che verrà scelto insieme al direttore e al vicedirettore.

Il direttore e il vicedirettore, Omar Saibene, passeranno tra i banchi per aiutare le varie coppie, contribuendo al contenuto scritto da esse.

Secondo me questo progetto potrà fornirci ulteriori informazioni, rispetto a ciò che già sappiamo, sul modo di scrivere degli articoli e su come farli apprezzare dal lettore.

vicedirettorePRESENTAZIONE VICEDIRETTORE

Mi chiamo Omar Saibene e sono il vicedirettore della redazione della classe III C.

Vivo a Fenegrò con i miei genitori, mia sorella maggiore, mia nonna, il cane Yuma e il gatto Funny.

Sono un ragazzo magro e basso, con i capelli biondi e gli occhi azzurri.

Sono molto agitato e parlo molto; pratico il gioco del calcio nella squadra del Fenegrò 2003 e gioco da sei anni.

A me la scuola non pesa nello studio, ma nell’obbligo delle regole, come stare fermi e ascoltare le spiegazioni delle lezioni.

Parliamo della mia scuola: è costruita tutta su un piano, le pareti sono di colore azzurro sia dentro sia fuori, la palestra è un po’ staccata dalla scuola.

Professori e professoresse sono molto bravi – anche se alcuni non mi stanno simpatici -; invece le bidelle e i bidelli sono bravissimi.

Io e i miei compagni formiamo una classe molto agitata, ma anche molto unita.

Le mie materie preferite sono: scienze e motoria. In scienze ottengo buoni risultati; non mi piace solo perché sono bravo, ma anche perché posso conoscere come sono fatte  le cose che mi circondano.

Invece motoria mi piace perché mi sfogo: in questa ora noi ragazzi abbiamo organizzato un campionato a due squadre che si chiamano “chierichetti” e “preti”.  Io appartengo allo squadra dei “chierichetti “: per ora la mia squadra è in vantaggio .

La mia futura scuola sarà il “Geymonat”, che è un istituto tecnico: finito il biennio, prenderò il ramo chimico biotecnologico.

Nelle due ore di italiano di sabato 3 dicembre è arrivata una ragazza di nome Mariangela, che ci sta insegnando come usare un blog in cui noi dobbiamo scrivere notizie su sport, moda ecc.

Come ho già detto, io sono stato scelto come vicedirettore di III C e ho il compito di aiutare e incoraggiare i mie compagni.

Spero che questa introduzione su di me vi sia piaciuta.

Sofia Lo Cicero 

Omar Saibene

Fonte foto: pixabay.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

One Response to Presentazione direttore e vicedirettore della redazione di III C

  1. Laura Dabbene 12 dicembre 2016 at 13:04

    Mariangela, io al tuo posto “amarei” Omar per il semplice fatto di avermi chiamata “ragazza”!! Poi magari a me non l’avrebbe detto, ma li avrei adorati comunque: buon lavoro con questa bellissima classe “agitata” (e meno male che lo è…se non è lecito a loro, a 13 anni…).
    PS: E comunque sì, le vostre introduzioni sono belle e mi sono piaciute. Già sapete scrivere molto bene e Mariangela non potrà – insieme alle vostre insegnanti di italiano (speriamo siano tra quelle simpatiche) – che aiutarvi a migliorare. Buona fortuna

    Rispondi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − 3 =